fbpx
Sismabonus 110 è tutta una questione di classe

Sismabonus 110 è tutta una questione di classe!

Per accedere al Sismabonus 110 è necessario valutare la classe di rischio prima e dopo la ristrutturazione. Vediamo, dunque, cos’è il rischio sismico

Il rischio sismico è la misura per valutare il danno che ci sia aspetta da un evento sismico.

Esso è funzione di:

  • pericolosità, ovvero la probabilità che si verifichi un sisma ed è legato alla zona sismica;
  • vulnerabilità, lo studio delle conseguenze all’edificio legate alla sua resistenza ai terremoti;
  • esposizione, la valutazione sia sociale sia economica delle conseguenze del sisma sulla comunità.

Le classe di rischio sismico sono sette e vanno da minore a maggiore rischio

  • classe A (minor rischio)
  • classe B
  • classe C
  • classe D
  • classe E
  • classe F
  • classe G (maggior rischio)

Il sismabonus 110 e i tre interventi di miglioramento sismico più richiesti

Riparazioni e interventi locali

E’ prioritario che sia garantito il miglioramento sismico dell’intero edificio, anche se sono ammessi interventi locali su singoli elementi o porzioni di struttura.

Sostituzione della copertura

Anche la sostituzione della copertura può accedere alle agevolazioni, sempre che la copertura originaria presenta criticità costruttive tali da renderla vulnerabile alle scosse.

Demolizione e ricostruzione

In via generale il caso di demolizione e ricostruzione può ricadere tra le riqualificazioni oggetto di adeguamento sismico, tenendo in considerazione il combinando tra i requisiti nazionali e locali. Per quanto riguarda l’ampliamento volumetrico si deve far riferimento al comma 1-septies dell’art. 16 del DL 63/2013. A condizione che le norme urbanistiche lo consentano.

Sismabonus ordinario e Sismabonus al 110%: le principali differenze

La differenza più evidente è dovuta al fatto di aver eliminato la premialità nell’ambito applicativo del Sismabonus all’interno del Superbonus 110.

Sismabonus ordinario, sintesi detrazioni fiscali per interventi antisismici:

  • 50% senza miglioramenti di classe di rischio;
  • 70% con miglioramento di una classe;
  • 75% con miglioramento di una classe di rischio per lavori sulle parti comuni di edifici condominiali;
  • 80% con miglioramento di due classi di rischio;
  • 85% miglioramento di una classe di rischio per lavori sulle parti comuni di edifici condominiali.

Sismabonus 110%: eliminato il sistema di premialità

Prima dell’avvento del Sismabonus 110% più veniva migliorata la sicurezza dell’edificio dal punto di vista strutturale e sismico e più era vantaggioso il beneficio.

La premialità è stata definitivamente azzerata con la frase riportata nell’articolo 119 del Decreto Rilancio “l’aliquota delle detrazioni spettanti è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 …”.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

On Air

0%